Risparmio energetico

L’energia più pulita è l’energia che non viene utilizzata. Il risparmio energetico diventa quindi la fonte energetica per eccellenza. Il potenziale di risparmio energetico è enorme, se si considera che circa metà del fabbisogno complessivo di energia è assorbito dall’utenza domestica, e che inoltre circa il 75% di questo fabbisogno è destinato al riscaldamento degli edifici. Negli edifici di nuova costruzione il fabbisogno di energia per il riscaldamento degli ambienti può essere ridotto fino a un decimo di quello degli edifici già esistenti. È comunque possibile ridurre drasticamente anche il fabbisogno di energia degli edifici esistenti intervenendo opportunamente con lavori di risanamento adeguati. In particolare è fondamentale pianificare l’isolamento termico fin dalle prime fasi della progettazione, sia delle nuove costruzioni che dei lavori di risanamento di vecchi edifici. Il risparmio energetico negli edifici e l’ottimizzazione nelle ristrutturazioni consente di ridurre il consumo di energia per il riscaldamento degli edifici, e quindi di risparmiare preziosissime materie prime, ed evitare l’emissione di sostanze nocive o dannose per il clima, come il biossido di carbonio (CO2).

Una parte preponderante degli edifici esistenti in Alto Adige potrebbe essere ottimizzata in termini di qualitá energetica e di comfort. Edifici sotto tutela delle belle arti rappresentano una particolare sfida.

Le possibilità di risparmiare sono presenti in ogni campo della vita quotidiana. Infatti ognuno nel suo ambito domestico può diventare attivo e risparmiare energia