Contributi sostituzione vecchi impianti termici a legna >=35 kW

Contributo sostituzione vecchi impianti termici a legna sopra 35 kW
Catasta di legna (Foto: Agenzia provinciale per l'ambiente e la tutela del clima)

L’accordo di programma firmato in data 27.12.2022 dal Presidente della Provincia autonoma di Bolzano ed il Ministero dell’Ambiente e la Sicurezza Energetica (MASE) prevede la concessione di contributi per la sostituzione di vecchi impianti termici a legna ad integrazione di quelli riconosciuti dal GSE ai sensi del conto termico (DM 16 febbraio 2016).
Con la delibera n. 816 del 26.09.2023 sono stati fissati i criteri per la concessione di contributi per la sostituzione di impianti termici esistenti (anno di costruzione 2003 o precedente) alimentati a legna aventi una potenzialità compresa tra 35 e 500 kW. Non riguarda quindi i piccoli sistemi di riscaldamento a legna, come stufe o caminetti, ma i sistemi di riscaldamento centralizzati generalmente al servizio di edifici plurifamiliari condomini, Hotel o aziende. I contributi non vengono concessi per la sostituzione di impianti che si trovano all’interno di un’area servita da un impianto di teleriscaldamento.

Le domande di contributo possono essere presentate dal 1° gennaio al 30 giugno di ogni anno a partire dal 1° gennaio 2024 e fino al 2027, fino ad esaurimento della relativa disponibilità di bilancio.

I contributi provinciali sono concessi solo ai soggetti che hanno ottenuto l’accesso agli incentivi da parte dello Stato ai sensi del decreto interministeriale del 16 febbraio 2016 “Conto termico”. La procedura prevede che il richiedente presenti una domanda al GSE (Gestore dei servizi energetici) dopo il completamento dei lavori. Il GSE esamina la domanda ed eroga un contributo che dipende dalle prestazioni dell'impianto e da altri fattori come l'ubicazione. Sono ammissibili a contributo le domande inoltrate al GSE a partire dal 13 gennaio 2023. È possibile pertanto procedere fin da subito con la realizzazione dei lavori e la successiva presentazione di domanda di contributo al GSE.  Tutti gli interessati sono invitati a contattare il proprio tecnico di fiducia per preparare insieme a lui la documentazione necessaria. Inoltre, a novembre 2023 l'Agenzia CasaClima ha organizzato un corso di approfondimento su questo tema; i tecnici che vi hanno partecipato e che hanno dato il consenso alla pubblicazione dei loro contatti sono consultabili al seguente link:

link – lista dei tecnici

Ad avvenuta approvazione da parte del GSE, è possibile presentare una domanda all’ufficio aria e rumore per integrare il contributo statale con il contributo provinciale. Per le persone fisiche il contributo provinciale integra gli incentivi concessi dal GSE fino ad una percentuale massima del 90%; per le aziende la percentuale massima è del 65%. A tal fine è importante presentare al GSE tutte le fatture.
I proprietari degli impianti termici che intendono fruire dei contributi devono incaricare il proprio tecnico di fiducia per la predisposizione della domanda.

Modulo

Contributi sostituzione vecchi impianti termici a legna >=35 kW

I proprietari degli impianti termici esistenti (anno di costruzione 2003 o precedente) alimentati a legna aventi una potenzialità compresa tra 35 e 500 kW possono fare richiesta di un contributo aggiuntivo a quello erogato dal GSE (Gestore...


Riferimenti normativi
: consulta la pagina sulla legislazione
Contatto:
Ufficio Aria e rumore