Analisi microbiologiche degli alimenti

Il Laboratorio biologico esegue analisi microbiologiche, per controlli ufficiali sui campioni prelevati da personale dell’Azienda Sanitaria e del Servizio Veterinario, o dai NAS e anche su richiesta, di:

  • alimenti (pronti al consumo, preparazioni gastronomiche, materie prime, prodotti surgelati, conserve, prodotti di pasticceria, ecc.)
  • campioni ambientali (anche tamponi di superfici a contatto con alimenti) e
  • cosmetici.

Le indagini microbiologiche sono volte alla ricerca e identificazione di microrganismi (batteri, muffe, lieviti e virus) e alla loro valutazione quantitativa (conteggio).
I batteri giocano un ruolo importante nella produzione e conservazione degli alimenti; alcune specie possono essere utili nella produzione di alimenti (ad esempio le colture per la produzione di formaggi), altre indicano una scarsa qualità igienica (indicatori d’igiene) o costituiscono addirittura un potenziale rischio per la salute umana (microrganismi patogeni).

I parametri più frequentemente ricercati sono:

  • carica batterica totale (carica mesofila), batteri lattici mesofili
  • indici di scarsa qualità igienica e di deterioramento: Coliformi, Escherichia coli, Enterobatteri, Streptococchi fecali, Clostridi, lieviti e muffe, ecc.
  • patogeni che causano infezioni alimentari: Salmonelle, Listerie, Bacillus cereus, Clostridi, Stafilococchi, Campilobatteri, Yersinie, ecc.
  • norovirus.

L'analisi microbiologica si basa essenzialmente sulla semina di un’aliquota di campione, opportunamente preparato a varie diluizioni, su “terreni colturali”, distribuiti in piastre o provette, seguita dall’incubazione in idonee condizioni. Durante il periodo d’incubazione i microrganismi si moltiplicano fino a formare delle colonie visibili a occhio nudo. L’analisi prosegue poi con l’identificazione delle specie o dei gruppi microbici presenti nel campione, in modo da permettere la formulazione di un giudizio igienico-sanitario.

Le metodiche analitiche utilizzate rispettano i metodi ufficiali e molte delle prove sono state accreditate da ACCREDIA, l'Ente Italiano di Accreditamento, in conformità alla norma europea UNI CEI EN ISO/IEC 17025.
È possibile visualizzare l’elenco delle prove accreditate da parte di ACCREDIA.

Fasi dell’analisi di un alimento

Vuoi fare un'analisi microbiologica di un alimento?

Riferimenti normativi: consulta la pagina sulla legislazione

Contatto: Laboratorio biologico