L'utilizzo di larvicidi

Insieme contro la zanzara tigre: utilizzo di larvicidi a cadenza regolare

Uccidendo le larve si può limitare l’accrescimento della popolazione della zanzara tigre, cioè il numero di zanzare adulte. Quando non è possibile evitare i ristagni d’acqua - come nei pozzetti stradali, nelle caditoie e nei grigliati per la raccolta dell’acqua piovana o nei tombini - è indispensabile di utilizzare larvicidi a cadenza regolare nel periodo da maggio ad ottobre. Questo vale per le città e i paesi del fondovalle della Bassa Atesina e della Val d’Adige da Salorno fino a Merano. Perché il trattamento sia efficace, i larvicidi dovranno essere impegnati nell’intera area urbanizzata. All’Amministrazione Comunale spetta il trattamento sul suolo pubblico mentre nelle aree private è compito del proprietario eseguire tale attività.

Per combattere le larve della zanzara tigre attualmente sono consigliati prodotti a base di Bacillus thuringiensis, il cui principio attivo è una proteina (cristalli di proteina) prodotta dal batterio sporigeno Bacillus thuringiensis e con effetto selettivo contro culicidi e simulidi. Le larve assumono la proteina con il cibo. Solo nell’intestino delle larve la proteina viene decomposta nella tossina letale per le larve.

Inoltre, sono disponibili prodotti a base di polidimetilsiloxano. In seguito all’applicazione di questi prodotti si forma un sottile film di silossani sulla superficie dell’acqua. Questo impedisce alle larve e alle pupe di attaccarsi alla superficie dell’acqua per assumere l’ossigeno atmosferico, portandole al conseguente soffocamento.

Quando utilizziamo larvicidi seguiamo le istruzioni riportati sulle confezioni!

I prodotti larvicidi in commercio si trovano sotto forma liquida, in pastiglie o in granuli. Quando utilizziamo larvicidi seguiamo le istruzioni riportati sulle confezioni! (Foto: Agenzia per l'ambiente, E. Bucher, 2014)

L’utilizzo di adultici (insetticidi contro le zanzare adulte) è sconsigliato! Non solo la loro efficacia è di breve termine, ma sono anche dannosi per l’uomo, gli animali e l’ambiente. L’utilizzo incontrollato di adulticidi favorisce lo sviluppo di resistenze ai principi attivi. Inoltre, si corre il rischio che in caso di un’epidemia virale emergente i prodotti disponibili possano rivelarsi non più efficaci. In caso di epidemia virale è necessario uccidere tutte le zanzare adulte nell’immediata vicinanza della/e persona/e ammalata/e per eliminare potenziali vettori di virus. Tali trattamenti vengono coordinati dal Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria.

Contatto: Laboratorio biologico