Antenne

Antenne
Corno del Renon (Foto: Agenzia provinciale per l'ambiente)

Le principali sorgenti artificiali di campi elettromagnetici ad alta frequenza (RF) sono gli impianti di telecomunicazioni, quali:

  • stazioni radio base per la telefonia mobile (tecnologie GSM, DCS, UMTS, LTE)
  • impianti di diffusione radiotelevisiva

Gli impianti di telecomunicazione utilizzano per la diffusione del segnale apposite antenne che possono essere installate sui tetti degli edifici nei centri abitati oppure su tralicci situati in località montane.

La sempre maggiore diffusione del servizio di telefonia mobile, l’esigenza di fornire la copertura su sempre più vaste aree di territorio ed il veloce sviluppo di nuove tecnologie hanno comportato nell’ultimo decennio lo sviluppo di una capillare rete di impianti trasmissivi.

 

Per la protezione della popolazione dall’esposizione ai campi elettromagnetici ad alta frequenza il DPCM 8 luglio 2003 e la Legge 17.12.2012, n. 221 indicano i valori limiti di esposizione, i valori di attenzione e gli obiettivi di qualità.

In Provincia di Bolzano l’installazione degli impianti di telecomunicazione è soggetta ad autorizzazione del Comune ed è regolamentata dal Decreto del Presidente della Provincia n. 36 del 13.11.2013.

Autorizzazioni impianti trasmissivi

Autorizzazioni impianti trasmissivi
Stazione radiobase per telefonia mobile (Foto: Agenzia provinciale per l'ambiente)

L’installazione di infrastrutture delle comunicazioni con impianti ricetrasmittenti e le loro modifiche sono soggette ad autorizzazione del comune, rilasciata previo parere della commissione edilizia comunale e previo parere dell’Agenzia provinciale per l’ambiente, che comprende anche i pareri e le autorizzazioni delle ripartizioni provinciali comunque competenti.
La domanda di autorizzazione è presentata ai sensi del DPP 13 novembre 2013, n. 36 al comune competente e, per conoscenza, all’Agenzia provinciale per l’ambiente. Nel decreto sono riporortate anche le modulistiche per la presentazione delle domande di autorizzazione (allegato A) e denuncia di inizio attività DIA (allegato B).

 

Conferenza dei servizi per le infrastrutture delle comunicazioni:

Unità di coordinamento (KIS)
via Amba Alagi 5 - 39100 Bolzano

Segreteria Tel. 0471417156  Email PEC kis@pec.prov.bz.it

Catasto delle antenne

Catasto delle antenne
Geobrowser con infrastrutture delle comunicazioni (Fonte: Agenzia provinciale per l'ambiente)

L’ Unità di coordinamento della Conferenza dei servizi per le infrastrutture delle comunicazioni (Conferenza KIS), che ha sede presso il Laboratorio di chimica fisica dell’Agenzia provinciale per l’ambiente è il punto di riferimento per le richieste relative alle infrastrutture delle comunicazioni e raccoglie, nei casi in cui ve ne fosse bisogno, i pareri e le autorizzazioni degli uffici provinciali competenti. L’Unità di coordinamento gestisce il catasto delle sorgenti dei campi elettromagnetici e provvede all’aggiornamento periodico dei dati in esso contenuti.

Il Catasto delle sorgenti dei campi elettromagnetici (DPP 13 novembre 2013, n. 36 - art. 8) riporta i dati delle infrastrutture delle comunicazioni e viene gestito tramite un sistema informativo, contenente

  • informazioni sui siti logici e geografici
  • dati radioelettrici
  • dati gestori

Le informazioni sulle infrastrutture delle comunicazioni autorizzate sono pubblicate sul sito internet della Provincia autonoma di Bolzano; di esse si tiene conto per il rilascio delle ulteriori autorizzazioni.

Contatto: Laboratorio di chimica fisica