Legionelle

Legionelle informazioni
Colonie di Legionella spp. (colonie bianche) cresciute su terreno di coltura selettivo GVPC (Foto: Agenzia provinciale per l’ambiente, 2015)

Il Laboratorio biologico esegue analisi su campioni d’acqua prelevata da impianti idrici pubblici e privati finalizzate alla ricerca di Legionella spp.
Le legionelle sono batteri diffusi in natura. Da ambienti come fiumi, laghi, sorgenti termali, falde idriche, serbatoi acquatici naturali e ambienti umidi in genere, esse possono colonizzare ambienti idrici artificiali quali reti cittadine di distribuzione dell’acqua potabile, impianti idrici dei singoli edifici, impianti di climatizzazione, piscine, fontane e torri di raffreddamento industriali e costituire un problema sanitario. All'interno degli impianti idrici le legionelle si possono trovare sia in forma libera nell'acqua, che ancorate al biofilm, cioè ad una pellicola di microrganismi (batteri, alghe, protozoi, virus, ecc.) immersi in una matrice organica, in cui trovano sostentamento e riparo da concentrazioni di biocidi che sarebbero in grado di uccidere o inibire le forme a vita libera.

Le legionelle possono causare diverse malattie nell’uomo, da sindromi simili all’influenza, a gravi infiammazioni polmonari. Questi batteri sono veicolati mediante aerosol contaminati (vapore acqueo, acqua atomizzata o nebulizzata); le infezioni delle vie respiratorie sono originate dall’aspirazione delle micro gocce contenenti i batteri. Docce o rubinetti, umidificatori d’aria, torri di raffreddamento e impianti di climatizzazione, vasche idromassaggio e fontane sono per questo possibili fonti di trasmissione.
Una grave forma d’infezione polmonare è la cosiddetta “legionellosi”, pericolosa soprattutto per le persone con un sistema immunitario indebolito. La specie maggiormente implicata nelle malattie umane è Legionella pneumophila.

Trovi ulteriori informazioni sulle Legionelle su www.legionellaonline.it

Per la ricerca di Legionella è necessario prelevare un litro d’acqua utilizzando contenitori sterili. Per verificare l’acqua in condizioni di normale utilizzo, si preleva il campione all’apertura del rubinetto, senza lasciarla scorrere. Per valutare invece, la colonizzazione da Legionella all’interno dell’impianto idrico, si lascia scorrere l’acqua, per almeno 5 minuti, prima del prelievo. Il campione d’acqua deve essere conservato e trasportato a temperatura ambiente, protetto dalla luce e deve pervenire al Laboratorio nel tempo più breve possibile per permettere di iniziare le analisi entro 24 ore dal prelievo.
Per la ricerca di Legionella il Laboratorio biologico applica metodi di analisi colturali ufficiali, accreditati da ACCREDIA, l'Ente Italiano di Accreditamento, in conformità alla norma europea UNI CEI EN ISO/IEC 17025 e metodi analitici biomolecolari.

È possibile visualizzare l’elenco delle prove accreditate da parte di ACCREDIA.


Vuoi fare analizzare un'acqua per la ricerca di Legionella?

Contatto: Laboratorio biologico