Fiumi e torrenti dell'Alto Adige

Qualità biologica dei singoli corsi d'acqua.
Nelle sottostanti schede trovi le descrizioni geomorfologiche dei principali corsi d'acqua e i commenti sui risultati delle analisi di qualità biologica.

Isarco

Isarco

L'Isarco ha una lunghezza di 95,5 km ed il suo bacino imbrifero si estende su un'area di 4202 km². Il fiume nasce nelle vicinanze del Brennero ad un'altitudine di ca. 2000 m e sfocia nell‘Adige a valle di Bolzano ad un' altitudine di 235 m. Il massimo rilievo del suo bacino imbrifero è il Gran Pilastro con un altitudine di 3509 m. Gli affluenti più importanti dell'Isarco sono il Rio Fleres, il Rio di Vizze, il Rio Ridanna, la Rienza, il Rio di Funes, il Rio Gardena, il Rio Tires, il Torrente Ega e il Talvera.

La composizione geologica della Val d'Isarco è caratterizzata nella parte settentrionale da Austroalpino e dal basamento cristallino e relative coperture della finestra dei Tauri. A valle di Mules affiora il granito di Bressanone e nella zona attorno a Bressanone dominano la fillade quarzifera di Bressanone e depositi quaternari. Nella parte meridionale della valle dominano diverse rocce del gruppo vulcanico atesino. Il territorio circostante l'Isarco superiore viene utilizzato per l'agricoltura, la parte inferiore del corso d'acqua scorre invece in una valle stretta, che viene occupata in gran parte da strada statale, autostrada e ferrovia. L'Isarco viene derivato in diversi tratti per scopi idroelettrici: in particolare a Fortezza, a Chiusa ed a Ponte Gardena il fiume viene sbarrato ed una parte delle sue acque viene deviata.

Come località principali lungo l'Isarco sono da elencare Vipiteno, Bressanone, Chiusa, Ponte Gardena e Bolzano. Le loro acque reflue arrivano agli impianti di depurazione della Alta Val d'Isarco, di Bressanone, Bassa Val d'Isarco e Bolzano.

Qualità biologica delle acque (2011-2017)

L’Isarco presenta per tutta la sua lunghezza una seconda classe di qualità ad eccezione del tratto a monte di Ponte Gardena, che presenta una terza classe.
Gli impatti attualmente persistenti sull'Isarco sono rappresentati dalla portata intermittente causata dalle centrali idroelettriche e dalle interruzioni del flusso (dighe a Fortezza, Chiusa e Ponte Gardena).

Qualità biologica delle acque (2011-2017)
Elementi di qualitàMacrozoobenthosDiatomeePesciGiudizio biologico complessivo
MetodoSTAR_ICMiICMiISECI

Stato di qualità: I = elevato; II = buono; III = sufficiente; IV = scarso; V = cattivo;

Giudizio biologico complessivo: conta il risultato peggiore dei tre elementi di qualità;

11202 – a monte di Colle Isarco I I II II
11205 – a monte di Fortezza II I II II
11206 – tratto sotteso a Novacella II II II II
11208 – a S. Pietro Mezzomonte I II II II
11209 – a monte di Ponte Gardena I II III III
11210 – all’uscita autostradale BZ nord I II II II
11212 – a monte della foce I II II II

BL

Galleria fotografica

Contatto: Laboratorio biologico