Energia idroelettrica

Energia idroelettrica
Presa d'acqua con scala pesci (foto: Agenzia per l'ambiente e la tutela del clima)

Le derivazioni d’acqua a scopo idroelettrico sono suddivisi in:

  • piccole derivazioni (fino a 220 kW);
  • medie derivazioni (tra 220 kW ed inferiori a 3000 kW);
  • grandi derivazioni (sopra 3 MW).

Presupposto per l’esercizio di un impianto idroelettrico è la rispettiva concessione, nella quale fra l’altro sono specificate le prescrizioni per l’esercizio della derivazione d’acqua. Inoltre nella concessione è indicata la potenza nominale media annua, secondo la quale devono essere corrisposti i canoni stabiliti.
Per medie derivazioni e grandi derivazioni deve essere corrisposto l’energia spettante alla Provincia. I concessionari di queste derivazioni a scopo idroelettrico (potenza superiore a 220 kW) hanno l’obbligo di fornire annualmente e gratuitamente alla Provincia Autonoma di Bolzano 220 kWh di energia per ogni kW di potenza nominale media di concessione.
Per l'approvvigionamento di immobili non allacciati alla rete elettrica e purché non risulti realizzabile un allacciamento alla rete elettrica a costi proporzionati e senza difficoltà tecniche, sono previsti contributi per la costruzione di impianti idroelettrici.

3:28Utilizzo risorse idriche: i fondi di compensazione ambientale. GNews Production (27.02.2017)
Video Gallery

Canoni € per kW Esente
Canone per impianti idroelettrici con potenza nominale < 220 kW (D-MD-R) 10,20 fino 50,00
Canone per impianti idroelettrici con potenza nominale 220-3000 kW (GD) 12,60
Canone per impianti idroelettrici con potenza nominale >3000 kW (GS) 28,70
Canone rivierasco (impianti idroelettrici con potenza nominale da 220 kW a 3000 kW) 5,78
Canone rivierasco (impianti idroelettrici con potenza nominale superiore a 3000 kW) 7,67
BIM (impianti idroelettrici con potenza nominale superiore a 220 kW) 30,67

 

Deliberazione della Giunta Provinciale n. 57 del 20/01/2015 - "Adeguamento all'inflazione dei canoni annuali relativi alle utenze d'acqua pubblica a scopo idroelettrico per il biennio 2015 - 2016"

Secondo l’articolo 13 dello statuto speciale d’autonomia dell’Alto Adige e l’articolo 1 della legge provinciale n. 18 del 30.08.1972 i concessionari di grandi derivazioni a scopo idroelettrico (potenza superiore a 220 kW) hanno l’obbligo di fornire annualmente e gratuitamente alla Provincia Autonoma di Bolzano 220 kWh di energia per ogni kW di potenza nominale media di concessione. Qualora la Provincia non ritiri tale energia, i concessionari devono corrispondere semestralmente alla Provincia un compenso unitario per ogni kWh non ritirato (per l'anno 2016 è di 0,067435 €/kWh).
Con decreto del Presidente della Provincia n. 4422/2016 vom 07.04.2016 è stato stabilito il compenso unitario per ogni kWh non ritirato per l'anno 2016.

 

Base legislativa

  • articolo 13 dello statuto speciale d’autonomia dell’Alto Adige;
  • relativa norma di attuazione dello statuto speciale di autonomia, approvata con D.P.R. n. 235/77, nel testo vigente;
  • legge provinciale n. 18 del 30.8.1972;
  • delibera della Giunta provinciale n. 2769 del 28.7.2008;
  • decreto del Presidente della Provincia n. 4422/2016 vom 07.04.2016.

Contributi per la costruzione di impianti idroelettrici

Sono previsti contributi per la costruzione e l’ampliamento di impianti idroelettrici, che permettano l’approvvigionamento con energia elettrica di edifici rurali, prime abitazioni, edifici aziendali, rifugi e malghe, qualora questi non siano allacciati alla rete elettrica e non risulti realizzabile un allacciamento alla rete elettrica ecocompatibile, a costi proporzionati e senza specifiche difficoltà tecniche

I contributi sono concessi nelle seguenti percentuali dei costi ammessi:

  • costruzione e ampliamento di centrali idroelettriche per l’approvvigionamento elettrico di malghe e rifugi non allacciate alla rete elettrica: fino al 45 per cento. Alle piccole imprese può essere concesso un contributo fino al 65 per cento;
  • costruzione e ampliamento di centrali idroelettriche per l’approvvigionamento elettrico di edifici rurali, edifici destinati a prima abitazione e di edifici aziendali: 25 per cento.

I contributi per l’ampliamento di centrali idroelettriche già esistenti possono venire concessi una sola volta nel corso della durata della medesima concessione.

 

Grandi derivazioni d'acqua per uso idroelettrico (> 3 MW)

Al momento non sono previsti bandi di gara per il rilascio o il rinnovo di concessioni di grandi derivazioni d'acqua per uso idroelettrico.

D.Lgs. 79/1999, art. 12

0:00Fondi ambientali ai Comuni rivieraschi anche dalle medie concessioni idroelettriche. GNews Production (27.02.2017)
Audio Gallery

0:00Fondi ambientali ai Comuni rivieraschi anche dalle medie concessioni idroelettriche. GNews Production (28.02.2017)
Audio Gallery

0:00Fondi ambientali ai Comuni rivieraschi anche dalle medie concessioni idroelettriche. GNews Production (28.02.2017)
Audio Gallery

 

Riferimenti normativi: consulta la pagina sulla legislazione.

Contatto: Ufficio Gestione sostenibile delle risorse idriche - Ufficio Energia e tutela del clima