Fiumi e torrenti dell'Alto Adige

Qualità biologica dei singoli corsi d'acqua.
Nelle sottostanti schede trovi le descrizioni geomorfologiche dei principali corsi d'acqua e i commenti sui risultati delle analisi di qualità biologica.

Torrente Valsura

Torrente Valsura

Il torrente Valsura drena la Val d'Ultimo per una lunghezza di 41 km con un bacino imbrifero di circa 300 km². Il più alto rilievo nella valle è la Cima Sternai con 3443 m di altitudine, mentre il torrente Valsura sfocia nel Fiume Adige presso Lana ad una quota di 265 m s.l.m.. Fra i principali affluenti vanno citati il Rio di Marano ed il Rio della Chiesa.

In Val d'Ultimo dominano i paragneiss e i micascisti dell'austroalpino. Nel tratto inferiore a valle di S. Pancrazio il Valsura scorre invece attraverso unità del Sudalpino, ossia filladi quarzifere e granito di Monte Croce. Il territorio circostante il torrente Valsura è d'uso agricolo: viene coltivato a foraggio ed a pascolo, mentre a Lana si coltivano le mele. Il bacino imbrifero del torrente Valsura è caratterizzato da numerosi laghi artificiali, dai quali è derivata l'acqua impiegata da cinque centrali idroelettriche.

Le località principali lungo il Valsura sono S. Nicolò, S. Valburga, S. Pancrazio e Lana. Le acque di scarico vengono depurate negli impianti di S. Valburga, S. Pancrazio e Lana.

Qualità biologica delle acque (2016)

Il Valsura può essere suddiviso in due parti: un lungo tratto residuo che passa per l'intera Val d'Ultimo ed un breve tratto prima della confluenza, che è caratterizzato dalla portata intermittente della centrale elettrica di Lana.

In base alle analisi del macrozoobenthos, il tratto residuo presenta una prima classe di qualità biologica. Anche se il Valsura in diversi punti viene interrotto da dighe, presenta un alveo molto naturale e ospita quindi un elevato numero di taxa faunistici. Il breve tratto dalla restituzione dalla centrale a Lana di Sopra fino alla confluenza in Adige è caratterizzato da portate fortemente intermittenti e presenta quindi una seconda classe di qualità. Le analisi del 2016 confermano i risultati degli anni precendenti.

Secondo l’indice delle diatomee ICMi il Valsura presenta a San Nicolò una prima classe, a monte del lago artificiale di Alborelo una seconda classe e a monte della zona industriale di Lana nuovamente una prima classe di qualità. Le diatomee infatti non reagiscono tanto agli sbalzi di portata ma maggiormente alla qualità dell’acqua stessa.

Qualità biologica delle acque (2016)
Elemento di qualitàMacrozoobenthosDiatomeePesciGiudizio biologico complessivo
MetodoSTAR_ICMiICMiISECI

Stato di qualità: I = elevato; II = buono; III = sufficiente; IV = scarso; V = cattivo;

Giudizio biologico complessivo: conta il risultato peggiore dei tre elementi di qualità;

11156 - a San Nicolò I I I I
11157 - a monte lago artificiale di Alborelo I II I II
11159 - a monte zona industriale di Lana II I II II

HR

Contatto: Laboratorio biologico