Piano comunale di classificazione acustica (P.C.C.A.)

Piano comunale di classificazione acustica (P.C.C.A.)

Acustica nella pianificazione territoriale comunale

La L.P. n. 20 del 5 dicembre 2012 “Disposizioni in materia di inquinamento acustico”, definisce le 6 classi acustiche (I, II, III, IV, V, VI) che possono essere assegnate alle diverse aree del territorio e che di norma corrispondono alle zone urbanistiche identificate nel P.U.C. (Piano Urbanistico Comunale).
Le classi acustiche, che prevedono ciascuna valori limite di immissione specifici, permettono ad utenti e progettisti di poter identificare in modo univoco il limite vigente in una certa area del territorio comunale.

La medesima legge introduce inoltre il Piano Comunale di Classificazione Acustica (P.C.C.A.), ovvero un piano approvato dal Comune che suddivide il territorio in aree omogenee sotto il profilo del clima acustico.

 

Il P.C.C.A. è uno strumento di governo del territorio che permette la pianificazione acustica al fine di prevenire l’inquinamento acustico e tutelare popolazione e ambiente.
Il P.C.C.A. viene deliberato con una procedura di approvazione comunale e prevede l’assegnazione di una classe acustica per ogni area che non descriva solo la destinazione urbanistica, ma soprattutto il prevalente ed effettivo utilizzo dell’area al momento della redazione del piano.
Per approfondimenti si rimanda al documento “Linee guida per la classificazione acustica comunale”.

Rumore - Piano comunale di classificazione acustica (P.C.C.A)

Tutti i comuni sono tenuti ad elaborare il Piano comunale di classificazione acustica (P.C.C.A.) ovvero ad individuare la classe acustica di tutte le aree comunali tenendo conto del loro prevalente ed effettivo utilizzo. Di regola le zone confinanti...

Ai Comuni che hanno già approvato il P.C.C.A. in via definitiva si applicano i valori limite di immissione individuati dal P.C.C.A stesso. Per tutti gli altri comuni si applica la classificazione acustica di cui alla Tabella 1 dell’allegato A della Legge Provinciale 20/2012, così come indicato all’articolo 19, comma 2.

Aldino

Andriano

Anterivo

Appiano

Avelengo

Bressanone

Bronzolo

Caldaro

Campo Tures

Castelrotto

Cermes

Chiusa

Cortina all'Adige

Dobbiaco

Falzes

Fiè allo Sciliar

Gargazzone

Glorenza

Laces

Laion

Lana

Laives

Lauregno

Luson

Marlengo

Meltina

Merano

Monguelfo

Montagna

Moso in Passiria

Naz – Sciaves

Nova Levante

Nova Ponente

Ora

Perca

Predoi

Proves

Rasun Anterselva

Renon

Rio di Pusteria

S. Cristina Val Gardena

San Candido

San Genesio

San Leonardo in Passiria

San Lorenzo di Sebato

San Martino in Passiria

San Pancrazio

Selva dei Molini

Sesto Pusteria

Silandro

Terento

Terlano

Tires

Trodena

Tubre

Ultimo

Vadena

Valle di Casies

Vandoies

Verano


Riferimenti normativi: consulta la pagina sulla legislazione
Contatto: Ufficio aria e rumore