Elenco delle acque minerali e termali e con caratteristiche particolari

La Giunta Provinciale con la Deliberazione del 31.07.2018 n.752 ha individuato 37 sorgenti minerali, termali e con caratteristiche chimiche particolari inserendole in un'apposita lista. Esse sono state selezionate tra un gran numero di fonti utilizzate nel tempo nei bagni rustici locali, dove venivano eseguite cure idropiniche e bagni o già imbottigliate e commercializzate.

24. Bagni di Casanuova - Gais

Bagni di Casanuova - Comune di Gais 947 m s.l.m.

Bagni di Casanuova - (Foto: Agenzia provinciale per l'ambiente e la tutela del clima, Ufficio Gestione sostenibile delle risorse idriche 2016

La storia del Castello Casanova risale al XII° sec. quando i signori di Tures lo fecero costruire. L'attività dei bagni si presume sia iniziata nella prima metá del XIX° sec. quando nel cortile del castello venne costruito lo stabilimento per bagni e un albergo. A Bagni di Casanuova venivano eseguiti bagni con l'acqua della sorgente analizzata. Una seconda sorgente veniva utilizzata a scopo potabile e con essa si eseguivano cure idropiniche. Nel 1924 gli edifici del bagno furono distrutti da un incendio. Da allora l'attivitá dei bagni venne interrotta e mai piú ripresa.
L'acqua della sorgente dei Bagni di Casanuova è classificata come minimamente mineralizzata e radioattiva. Il suo pH è leggermente acido e contiene iodio e tracce di alluminio, arsenico, cesio, lantanio, rubidio ed uranio (conducibilitá di 49 µS/cm, temperatura alla sorgente 6°C).

Come raggiungere la sorgente
Sulla strada della Valle Aurina tra Gais e Villa Ottone si svolta, poco dopo la localitá Castello, verso sinistra su una stradina che porta al Castello Casanova. La sorgente si trova nel bosco dietro il castello.

LB

Contatto: Ufficio Gestione sostenibile delle risorse idriche