Elenco delle acque minerali e termali e con caratteristiche particolari

La Giunta Provinciale con la Deliberazione del 31.07.2018 n.752 ha individuato 37 sorgenti minerali, termali e con caratteristiche chimiche particolari inserendole in un'apposita lista. Esse sono state selezionate tra un gran numero di fonti utilizzate nel tempo nei bagni rustici locali, dove venivano eseguite cure idropiniche e bagni o già imbottigliate e commercializzate.

26. Bagni Valdander - S. Martino in Badia

Bagni Valdander - Comune di S. Martino in Badia 1460 m s.l.m.

Bagni Valdander - captazione (Foto: Agenzia provinciale per l'ambiente e la tutela del clima, Uff. Gestione sostenibile delle risorse idriche, 2003)

I Bagni Valdander risalgono all'anno 1820, quando un contadino fece costruire un edificio per bagni con caldaia, una cappella e un albergo. La sorgente era comunque già conosciuta e frequentata prima di tale periodo. Il toponimo Valdander deriva da "valle degli antri" (valle delle caverne) e pare che secoli fa nelle piccole grotte del posto la popolazione facesse già i bagni nell'acqua della sorgente.
L'acqua della sorgente Valdander é classificata come ricca di minerali, solfata, calcica . Contiene iodio e tracce di boro, bario, selenio, zinco, nichel e molibdeno. La sua conducibilitá è pari a 1780 µS/cm e la temperatura dell'acqua alla sorgente è di 5°C.

Come raggiungere la sorgente
Sulla strada statale SS244 della Val Badia dopo circa 14 Km si svolta in direzione Passo delle Erbe. Dopo circa altri 8 km prima di Antermoia, in un tornante si devia a sinistra su una piccola strada asfaltata che porta a Bagni Valdander.

LB

Contatto: Ufficio Gestione sostenibile delle risorse idriche